I napoletani della Biennale

13 maggio 2017

Ma quando inizia la Biennale? Per i comuni mortali, i cancelli aprono oggi. Per gli addetti ai lavori, invece, la vernice si è espansa in giorni e giorni di tagli del nastro, conferenze stampa e feste, trottando a caccia del miglior padiglione, dell’intervista, del retroscena. Il tutto, anticipato di un mese rispetto a quella che era la tradizionale inaugurazione di giugno: esprimento realizzato nel 2015 in occasione di Expo e ripetuto quest’anno, sperando forse di eguagliare la quota di 500mila presenze toccata dalla scorsa edizione. “Viva arte viva” è il tema scelto dalla curatrice Christine Macel, la quale, proponendosi di restituire centralità agli artisti, ha sviluppato il proprio progetto in nove capitoli, “sfogliando” i quali spiccano due nomi legati alla Galleria Alfonso Artiaco: gli albanesi Edi Rama ed Anri Sala. (altro…)

Se la politica diventa arte

26 luglio 2016
Edi Rama_ veduta della mostra presso la galleria Artiaco_ ph Francesco Squeglia

Edi Rama_ veduta della mostra presso la galleria Artiaco_ ph Francesco Squeglia

Correva il Sessantotto quando gli studenti inneggiavano all’immaginazione al potere. Molti decenni dopo, l’utopia si è realizzata in un paese dove, ai tempi della dittatura di Enver Hoxha, ci sarebbe voluta davvero molta fantasia per immaginarsi alla guida dello Stato uno come Edi Rama. Mostra di lusso, quella da Alfonso Artiaco (fino al 3 agosto), visto che a tappezzare – letteralmente – le pareti della galleria è il premier albanese, in carica dal 2013 e già artefice della “rinascita” di Tirana, della quale è stato sindaco a più riprese a partire dal 2000. (altro…)

lechuga_blossom@mailxu.com