I napoletani della Biennale

13 maggio 2017

Ma quando inizia la Biennale? Per i comuni mortali, i cancelli aprono oggi. Per gli addetti ai lavori, invece, la vernice si è espansa in giorni e giorni di tagli del nastro, conferenze stampa e feste, trottando a caccia del miglior padiglione, dell’intervista, del retroscena. Il tutto, anticipato di un mese rispetto a quella che era la tradizionale inaugurazione di giugno: esprimento realizzato nel 2015 in occasione di Expo e ripetuto quest’anno, sperando forse di eguagliare la quota di 500mila presenze toccata dalla scorsa edizione. “Viva arte viva” è il tema scelto dalla curatrice Christine Macel, la quale, proponendosi di restituire centralità agli artisti, ha sviluppato il proprio progetto in nove capitoli, “sfogliando” i quali spiccano due nomi legati alla Galleria Alfonso Artiaco: gli albanesi Edi Rama ed Anri Sala. (altro…)

(Un)dangerous method

11 aprile 2012

Marina Abramovic_The Abramovic method_2012_courtesy Marina Abramović. Ph. Fabrizio Vatieri

C’è chi tiene gli occhi chiusi. E chi non ci riesce. C’è chi si è tolto le scarpe. E chi no. Sono ventuno, distesi, seduti, in piedi. Tutti indossano un camice bianco e un paio di cuffie per isolarsi. Tutti hanno dovuto lasciare in un armadietto l’orologio e qualsiasi intruso tecnologico. Tutti, alla fine, scriveranno le proprie impressioni e riceveranno un attestato.
Il battito di un metronomo scandisce il silenzio, per chi dei ventuno “visitatori attivi” non fa parte. (altro…)

Sguardo sul reale con occhi di lupo

8 aprile 2009

La scultrice serba Jelena Vasiliev alla galleria Franco Riccardo

L’equazione è scontata, ma non è esatta. Perché dire Serbia non significa automaticamente dire guerra o, per usare un’espressione cara agli storici, “polveriera balcanica”. Non è così, ad esempio, nel lavoro di Jelena Vasiljev. Non è così perché i suoi lupi, che aggrediscono in forma di wall drawing o di sculture le pareti della galleria non nascono direttamente dagli orrori dell’ultimo tra i conflitti fratricidi del Secolo Breve, che certo non è passato senza lasciare tracce nella vita e nel lavoro della giovane artista, ma da considerazioni più universali. Anzi, semplicemente da uno sguardo sulla realtà. (altro…)

catacun_blossom@mailxu.com