Le mille meraviglie dell’oro rosso

18 dicembre 2008

Finestra sulla storia del corallo

Le meraviglie dell’oro rosso riprendono la strada di Torre del Greco. È una marcia trionfale, pomposa e barocca, quella di “Mirabilia coralii”, prima proposta di un nuovo ciclo espositivo prodotto dalla Banca di Credito Popolare che, dopo le sei tappe di un percorso etnico (dalla Mongolia all’India, dall’Uzbekistan allo Yemen) dedicato alla “gemma del mare”, fino al 1° febbraio 2009 nella sede centrale di Palazzo Vallelonga apre una finestra sulla storia grazie a sessanta pezzi di epoca sei-settecentesca, opera di maestranze ebraiche e trapanesi. (altro…)

Il Natale brilla a Spaccanapoli con le luci degli artisti

7 dicembre 2008

Installazioni e performance al centro storico

Fare un parallelo con Torino sarebbe incongruo e quasi irriverente, però chissà che l’esperimento delle “luci d’artista” non possa funzionare anche dalle nostre parti, diventando un appuntamento fisso. Ma, se nella Prima Capitale a rischiarare le notti d’inverno ci sono nomi come Mario Merz, Daniel Buren e Michelangelo Pistoletto, a Napoli si punta sui giovani. È stata Simona Perchiazzi, anima del laboratorio-galleria “Manidesign”, a chiamare a raccolta una quindicina di artisti partenopei, chiedendo loro di ideare soluzioni di arredo urbano per il centro storico, cuore negletto della città greco-romana: «Un invito a non vivere al buio – spiega – ma ad accendere la luce per vedere le cose, in questa occasione un modo creativo ed anche provocatoriamente ironico per innescare azioni di rinascita». (altro…)

L’arte fa lo sgambetto al reale. È il minimo, per Ceal Floyer

30 novembre 2008

Una miniantologica al Madre

Ceal Floyer agisce al confine tra arte e vita, anzi cerca di rompere continuamente la barriera tra le due». Così, nella preview stampa di ieri, il curatore Mario Codognato introduceva la mostra dell’artista d’origine pakistana al Madre, dov’è già in corso la retrospettiva dedicata a Robert Rauschenberg. E l’argine, durante la mattinata, aveva decisamente ceduto, con le dichiarazioni del direttore Cicelyn circa il prosieguo dell’affaire Madrenalina e il balletto di voci sull’opening, in forse fino a quando, durante l’intervento dell’assessore Velardi, non è arrivato il colpo di scena: la revoca del provvedimento giudiziario che, ad evitare il ripetersi delle ”serate danzanti”, imponeva la chiusura del museo dalle 20 alle 6 del mattino. (altro…)

hovengaernestine mapes-carli@mailxu.com