Quante idee nell’arte “Made in Naples”

28 settembre 2017

Il primo amore, quello che non si scorda mai, fu un Mario Schifano del 1970: “Paesaggio anemico”. Il secolo breve era agli sgoccioli quando Fabio Agovino iniziava una collezione che, in circa vent’anni, è arrivata a comprendere oltre centocinquanta tra pitture, installazioni, video, sculture e fotografie. Pezzi acquistati dopo attenta riflessione o, al contrario, improvvisi colpi di fulmine, che di tanto in tanto traslocano dalla dimora abituale di Palazzo Sessa per stabilirsi temporaneamente in centri internazionali come il Moma Ps1 di New York o il Parasol Unit di Londra. (altro…)

Quanto costa l’efficienza

26 marzo 2015
Danilo Correale_ The missing hour_ 2015_ Veduta dell'installazione. Courtesy Raucci/Santamaria

Danilo Correale_ The missing hour_ 2015_ Veduta dell’installazione. Courtesy Raucci/Santamaria

Chissà cosa risponderebbero oggi Seneca e Sant’Agostino agli eterni quesiti sul tempo: che cos’è? È molto, è poco, è troppo? Sicuramente il tempo non è mai abbastanza per il capitalismo, che lo sottopone ad uno sfruttamento così intensivo da colonizzarlo non solo nei momenti di svago, ma anche durante il sonno. È questa progressiva erosione il cuore di “The missing hour”, personale di Danilo Correale fino al 3 aprile da Raucci/Santamaria. (altro…)

La deriva dei continenti

15 novembre 2012

Danilo Correale_ The Warp and the Weft_ 2012_ medium weight wool fabric, variable dimension. Installation View at Peep Hole. Courtesy The Artist and Supportico Lopez Berlin

 

Quando una mostra è così esplicita, e per giunta con una breccia su ulteriori possibilità, si può tentare il gioco di un suggerimento a posteriori. Senza rinunciare alla descrizione come punto di partenza: dal soffitto della galleria pendono grandi pezze di tessuto, imponenti come stendardi trionfali. Tartan preziosi, che Danilo Correale ha disegnato per denunciare le trame oscure dell’economia globale, estrapolando i colori dalle dominanti cromatiche dei loghi dei più potenti istituti finanziari operanti in Europa, Asia, Africa, Nord e Sud America. Vessilli appositamente confezionati in Scozia, quasi in sostituzione di quelle bandiere sulle quali non soffia più il vento della rivoluzione, ma quello di una protesta che fatica a costruirsi una propria iconografia. (altro…)

kammer.bhy@mailxu.com mikkelsen_sharen@mailxu.com