I’m a material man

9 ottobre 2011

Faltung: ripiegamenti. Metalli accartocciati come carta, ma niente contorsionismi concettuali. E nessun timore di toni shock. È la proposta di Corsoveneziaotto per l’inaugurazione del nuovo “anno scolastico”. Ovvero, Tilman Hornig fino a fine ottobre

 

Tilman Hornig_ Modern Table n. 1_ 2011_ legno, vetro e pittura_ cm 100x90x60. Courtesy Corsoveneziaotto, Milano

Difficile resistere all’implicito divieto di toccare le opere. Ci si consola allora con il colore, che Tilman Hornig (Zittau, 1979; vive a Dresda) regala generosamente alla parete e al metallo, sfruttando tutte le possibilità del cangiantismo, “sporcato” laddove rischierebbe di diventare troppo squillante.  (leggi il resto dell’articolo su Artribune)

schoeneman.viva winterbottomelfreda@mailxu.com